Skip to content

Luca e Berlusconi al supermercato

June 11, 2010

Luca e Berlusconi al supermercato

(da I quaderni del Riccio – Versione corretta)

di Paul Cooper

Luca era stato un studente pigro. Aveva studiato lingue straniere all’università di Roma ma non aveva superato gli esami. Se avesse superato questi esami sarebbe andato a Londra e avrebbe lavorato in una banca dove avrebbe guadagnato un sacco di soldi. Comunque era limitato ad una vita di noia perché non si era laureato. Lavorava in un supermercato nella periferia di Roma. Ogni giorno lavorava o nel dipartimento del fruttivendolo o alla cassa. Odiava questo lavoro dove i clienti erano sempre scortesi e non succedeva niente di interessante. Durante le giornate al supermercato sognava sempre una vita più ricca e interessante. Un giorno tutto è cambiato nella vita di Luca. Era due settimane prima dell’elezioni e il primo ministro, Silvio Berlusconi, ha visitato questo supermercato per vedere la vita quotidiana del Signor Rossi. Mentre Berlusconi camminava nel dipartimento del fruttivendolo, di fronte ai giornalisti, veniva presentato a Luca e improvvisamente una streaker di circa vent’anni è andata vicino a Berlusconi per protestare contro la corruzione in Italia. Lei non indossava niente ma ha preso due pomodori per coprirsi i seni. Poi il gestore del supermercato le ha portato un asciugamano. Mentre i giornalisti erano contenti di avere una immagine che potesse attirare l’attenzione sui giornali per il giorno seguente, Berlusconi era molto più felice: queste cose lo hanno sempre eccitato. Berlusconi ha chiesto a Luca “Che cosa ne pensi di lei?” Luca ha risposto “E’ brava. Dopo due anni di lavoro qua non ho mai passato una giornata cosi interessante!” Dopo, Luca, ha detto  a Berlusconi qualcosa che pensava lui avrebbe voluto sentire. Berlusconi ha pensato che Luca fosse un ragazzo con un buon potenziale ma ha detto soltanto “E’ stato un piacere averti conosciuto” e se ne è andato. Due settimane più tardi Berlusconi ha vinto ancora le elezioni mentre Luca è tornato ad una vita di noia nel supermercato con i clienti scortesi che odiava. Qualche giorno dopo c’è stata una telefonata per Luca dall’ufficio di Berlusconi per invitarlo ad un colloquio negli uffici del governo. L’ufficio ha detto che Berlusconi era rimasto molto colpito da Luca quando aveva visitato il supermercato. Quando Luca è andato per il colloquio era molto nervoso. Ha incontrato Berlusconi e ha fatto il colloquio più facile della sua vita. Hanno parlato sempre di donne e Berlusconi ha offerto un lavoro a Luca nel suo ufficio. Quanto è corrotto questo governo di Berlusconi!! Comunque, il lavoro all’ ufficio di Berlusconi era molto intenso ma anche molto più interessante di quello al supermercato. Luca era contento alla fine di aver lavorato al supermercato, perché se non avesse lavorato là non avrebbe mai avuto l’opportunità di lavorare accanto al primo ministro d’Italia!

Advertisements

Comments are closed.